25 novembre 2006

Vite mediocri

Ho letto su Punto Informatico che qualcuno, che non ricordo chi sia e forse non lo so nemmeno, ha detto, a proposito del fenomeno dei blog, che dopo la televisione ora è internet che dà il palcoscenico a chi vuole mettere in mostra la sua vita mediocre.
In parte sono d'accordo, in parte.
Primo punto, in tv l'esibizionismo è fisico e finalizzato a fare i soldi, direttamente o in ogni modo indiretto possibile. La tv mi ripugna, io non la guardo quasi per niente. A mio figlio grande non l'ho mai fatta vedere mentre bimbi della sua età già vengono parcheggiati lì davanti e conoscono già personaggi vari dei cartoni. Sui blog l'esibizionismo è della parte intima, emotiva, dell'intelligenza. Non che ci sia più merito a essere intelligenti rispetto a essere bellissimi, sempre di un dono di natura si tratta, ma preferisco sempre leggere dei bei post che vedere dei "machi" magari con le sopracciglia depilate, non so se mi spiego.
Punto due. Vite mediocri mi pare usato in modo dispregiativo. Ma quante e quali sono le vite eccezionali? Mi viene in mente solo un film assurdo La leggenda di uomini straordinari. La mia vita è sicuramente mediocre ma se sono felice chi se ne frega? Stiamo facendo una gara? Non credo. Quasi tutte le vite sono mediocri ma non per questo lo sono anche le persone che le vivono.
Ci sarebbe anche un punto tre, sul comunicare a un livello diverso rispetto al modo tradizionale, ma ora non ce la faccio più a scrivere, ho bevuto la birra a pranzo!
Insomma, il tipo su ha ragione ma una ragione parziale. Parola di blogger principiante e svogliata ma appassionata lettrice e persona non mediocre che vive una felice vita mediocre. Tiè.

1 commento:

La Meringa ha detto...

O', stai a tirà fuori le palle!!! (perdona la volgarità, ma quanno ce vo' ce vo'!) ;-)