6 settembre 2007

Le persone famose

Quando muoiono le persone famose e me non me ne importa poi molto.
Quando muoiono le persone famose a me vengono in mente gli animali allevati in batteria e quelli allevati a terra, ma se tu fossi una persona famosa, ti prego, non ti offendere. Non è niente di personale, però io penso agli animali allevati a terra, che mangiano l'erba, se ne stanno fuori, fanno tutto quello che gli animali normalmente fanno per vivere la loro vita. E poi penso agli animali in batteria, che vivono tutta la vita sopra una grata, in una gabbia, non si muovono, non respirano aria, vivono una vita di merda solo per morire.
Allora, se viene macellata una mucca chianina a me non dispiace, la sua vita dignitosa l'ha vissuta, poi morire è naturale, un po' meno morire ammazzati, ma è così che funziona la natura. Se muore chi non ha mai nemmeno camminato mi dispiace di più.
Le persone famose muoiono e con loro il talento, ma la loro vita è stata fortunata, dignitosa, ricca. Non credo ci si debba dispiacere. Io non mi dispiaccio.

6 commenti:

Scuola di ladri ha detto...

io mi dispiaccio che la loro ricchezza non vada a me

Birra ha detto...

in effetti è un peccato...

Christian Frascella ha detto...

Però dipende dalle persone. Indro Montanelli, ad esempio.

Birra ha detto...

Quello sicuramente, a me un po' di più per Freddy Mercury, ma il principio generale resta che più di tanto nun se po'.

LUVAZ ha detto...

A me non frega quasi di nessuno, però se muore maradona mi dispiace perchè lui una vita fortunata l'ha avuta a metà.

Birra ha detto...

Luvaz, ti dirò , io non ho simpatia per gli evasori, soprattutto se straricchi, non la considero una simpatica furberia da italiani ma lo considero violare la legge e fottere gli altri tre volte.
Sia Maradona che Pavarotti hanno questa macchia che non me li fa piacere. Umanamente, eh, che il talento, quello non si discute. Però per il talento non si hanno meriti né demeriti, è un regalo della sorte. Per il resto, invece...